Cerca powered by Google

Smart city

Alla ricerca della Capitale verde europea del 2016

L'Ue punta a individuare l'erede di Bristol. Da quest'anno possono concorrere al premio anche le città di 100mila abitanti. 12 i parametri di valutazione, dal clima alle risorse idriche.

24 Giugno 2013

La Commissione europea ha lanciato la ricerca della Capitale verde europea per il 2016.
Il premio, annuale, è assegnato a città all'avanguardia nel proporre modalità di vita urbana rispettose dell'ambiente.
La novità è che per la prima volta possono candidarsi per il titolo le città europee di oltre 100mila abitanti, mentre in passato potevano concorrere solo quelle di almeno 200mila abitanti.

Ci si candida QUI entro il 17 ottobre.

Il riconoscimento intende premiare le città che hanno già conseguito obiettivi ambientali di rilievo; stimolare le città a impegnarsi in iniziative ambiziose per il miglioramento ambientale e lo sviluppo sostenibile e ispirare altre città attraverso nuove idee, buone pratiche ed esperienze.

Le candidature saranno valutate in base a 12 parametri: mitigazione dei cambiamenti climatici e adattamento ai medesimi trasporto locale, uso sostenibile del territorio nelle aree verdi urbane, natura e biodiversità, qualità dell'aria, qualità dell'ambiente acustico, produzione e gestione dei rifiuti, gestione delle risorse idriche, trattamento delle acque reflue, ecoinnovazione e occupazione sostenibile, rendimento energetico, gestione integrata dell'ambiente.

Il premio è aperto ai 27 Stati membri dell'Ue, ai paesi in via di adesione e ai paesi candidati (Croazia, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Islanda, Montenegro, Serbia e Turchia) e ai paesi dello Spazio economico europeo.

È assegnato da una giuria europea affiancata da un gruppo di esperti di fama mondiale di diversi settori ambientali.
La città vincitrice sarà proclamata a giugno 2014.

Fra il 2010, anno di istituzione del premio, e il 2014 sono state sei le città vincitrici: Stoccolma, Amburgo, Victoria-Gasteiz e Nantes, Copenhagen.
La Capitale verde europea del 2015 sarà Bristol, che ha ricevuto il testimone da Nantes.