Cerca powered by Google

Finanziamenti

Apicoltura: più fondi per il 2011-2013

Il settore dell'apicoltura è a rischio, dato che il tasso di mortalità delle api è all'80% con gravi ripercussioni sull'impollinamento. La commissione Agri si mette all'opera e approva una risoluzione volta a migliorare tale situazione. E se ne discuterà nella plenaria di novembre.

08 Novembre 2010

La commissione Agricoltura e sviluppo rurale (Agri) ha approvato un rapporto di iniziativa a cura di Paolo De Castro sulla situazione allarmante che sta investendo il mercato dell'apicoltura e le relative misure da intraprendere.
Si prevede, pertanto, un piano di azione che includa pratiche di coltivazione attente all'impollinazione e si richiedono più finanziamenti per comabattere l'aumento di mortalità delle api e delle medicine necessarie.

Anche la Commissione europea ha già approvato, in passato, programmi nazionali per i 27 Paesi membri volti a migliorare la produzione e commercializzazione dei prodotti dell'apicoltura.

Perciò è stato previsto un aumento del contributo annuale al settore: da 26 milioni di euro per il periodo 2008-2010 a 32 milioni di euro per il 2011-2013, e il Parlamento è incline a incrementare i sostegni anche dopo il 2013.

Questi finanziamenti saranno destinati a sostenere il settore e a fornire fondi per progetti nazionali di ricerca su nuovi metodi per contrastare le minacce alla vita delle api. La mortalità è stata dell'80% negli ultimi anni, a fronte di una media che normalmente dovrebbe essere del 5%.

La risoluzione sarà votata a Strasburgo durante la sessione plenaria di Novembre.