Cerca powered by Google

Fare impresa

Brevettare sì, ma con giudizio

Il Parlamento europeo dice no al brevetto per piante e animali ottenuti con riproduzione convenzionale.

11 Maggio 2012

Il Parlamento europeo intende proteggere gli allevatori europei da un uso eccessivo dei brevetti, ritenendola una tendenza che potrebbe soffocare innovazione e progresso.

Una risoluzione non legislativa approvata con 354 voti a favore, 192 contrari e 22 astensioni sottolinea che prodotti come broccoli anticancerogeni o vacche da latte a alto rendimento, ottenuti con tecniche di riproduzioni convenzionali, non dovrebbero poter essere brevettati.

Si riconosce l'importanza dei brevetti per lo sviluppo della tecnologia, ma si sottolinea che la concessione di una tutela eccessivamente ampia mediante brevetti può soffocare l'innovazione e il progresso e danneggiare i piccoli e medi produttori bloccando l'accesso alle risorse genetiche animali e vegetali.

Il Parlamento, pertanto, chiede all'Ufficio europeo per i brevetti di escludere dalla brevettabilità i prodotti derivati da metodi di riproduzione convenzionali, cosi come i metodi stessi.