Cerca powered by Google

Politica agricola comune

Nuova Pac: stabilita l'agenda per i prossimi mesi

De Castro (Parlamento europeo) e Coveney (presidenza irlandese Ue) hanno concordato la tabella di marcia per arrivare a giugno con un accordo politico sui pagamenti diretti.

18 Gennaio 2013

Il Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro prosegue nella definizione dell'agenda dei lavori sulla riforma della Pac.

Dopo il confronto avuto con il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz lo scorso 9 gennaio, è stata la volta di quello con il presidente di turno del Consiglio Agricoltura Ue Simon Coveney.

È così stata condivisa e concordata l'agenda dei prossimi mesi sulla riforma della Pac.

Si parte dal voto in Commissione Agricoltura, a Bruxelles, del 23-24 gennaio.

Si attenderà, poi, i risultati del vertice del 7-8 febbraio sulle prospettive finanziarie dell'Unione, le cui ricadute sulle risorse per la Pac saranno valutate a Strasburgo a marzo in occasione del voto della proposta di riforma e potrebbero portare a eventuali correzioni emendative.

Dopo marzo partiranno i triloghi per arrivare alla scadenza della presidenza di turno irlandese (giugno) con un accordo politico almeno sul dossier sul nuovo regime dei pagamenti diretti.

«Per quanto riguarda l'ormai scontata proroga dell'attuale normativa fino al 1° gennaio 2015, data in cui entrerà in vigore la nuova Pac - fa sapere De Castro - Parlamento e Consiglio sono in attesa di ricevere al più presto le proposte legislative transitorie».

Nel corso dell'incontro De Castro-Coveney si è inoltre discusso del prossimo evento sulla food security, la “First Food Security Futures Conference” dell'11 e il 12 aprile a Dublino, che vedrà riunite la presidenza Ue di turno irlandese e la Commissione Agricoltura del Parlamento europeo e che traccerà una roadmap sulla food security.